Le dimensioni individuali e collettive della Sostenibilità Emozionale

La sostenibilità emozionale è un modo di vivere risultante dalla capacità di comprendere le proprie emozioni nella relazione con se stessi e gli altri. La capacità di comprendere le proprie emozioni è il mezzo che permette il raggiungimento della sostenibilità emozionale, mai duratura. Questa capacità diventa competenza quando l’individuo è in grado di presiedere il proprio stato emozionale e apprendere, momento dopo momento nel corso della sua vita quotidiana, sia le dinamiche relazionali tra la propria mente e il proprio corpo, sia le dinamiche relazionali tipiche dell’interazione umana.

PER UNA GEOPOLITICA DELLA SOSTENIBILITÁ EMOZIONALE

Siamo una comunità di individui denominati umani che ha colonizzato il pianeta Terra. 
Sappiamo di essere  mammiferi dotati di parola e decisione, sappiamo anche di condividere con altri mammiferi, non dotati di parola, l'esperienza emozionale che ci predispone ad essere in relazione con l'altro e con gli altri.

Nella breve storia dell’umanità abbiamo accumulato conoscenze scientifiche, organizzato narrative religiose, creato mondi meravigliosi, condiviso immaginari… tutto questo reso possibile dal generoso dono che l’evoluzione ha dato alla specie umana, il linguaggio.
Le conversazioni che hanno tessuto la storia dell’attuale comunità umana, probabilmente ebbero inizio con una serie di suoni che comunicavano pericolo, disponibilità a 

collaborare, tenerezza, rabbia, soddisfazione. Suoni che combinandosi producevano nuovi percorsi neuronali e, a lorto volta, nuove distinzioni, talmente tante generazioni di neuroni fino ad arrivare a quello che il cervello umano é stato in grado di organizzare oggi alla ricerca di sicurezza: “cercare una grotta dove ripararsi” o semplicemente “assicurare un futuro all’umanità in pericolo di estinzione, colonizzando Marte”. 

Dalla gioia che presumiamo abbia prodotto l’introduzione della ruota nella vita quotidiana, alla gioia che più di un terzo della specie umana oggi prova quando può comunicare attraverso la telefonia mobile.
Il senso di libertà da fatica e stress fisico che offre il supporto di una ruota, è simile alla serenità che otteniamo quando riceviamo una buona notizia al telefono.

L'individuo ha il diritto di ricevere, e la comunità l'impegno di fornire, già nei primi tempi di scuola, gli strumenti necessari all'autoconoscenza, all'uso del linguaggio e alla gestione dello stress.

Educhiamo a riconoscere
le emozioni

Innumerevoli sono, in diversi paesi, le esperienze scolastiche in questo senso, così come nella sfera familiare, nel settore della salute, nelle aziende pubbliche e private o nell’ambito del recupero sociale, nei luoghi di detenzione.
In questa direzione anche noi proponiamo attività rivolte a gruppi di bambini e genitori. Durante i percorsi educativi e di sensibilizzazione che svolgiamo,  attraverso la forza creativa delle immagini e delle parole condivise, le emozioni potranno essere riconosciute, ascoltate, comprese ed espresse anche dai più piccoli. 

Nunquam non paratus

La complessità del mondo odierno  e lo stress che affligge l’intera  comunità umana necessita di soluzioni che comprendano risorse e processi emozionali sostenibili.  Mentre ci adoperiamo per risolvere le crisi che si succedono ogni volta con più frequenza,  nuove difficoltà sorgono ed emergono nuovi problemi che ci portano a domandarci: “Ma io come mi preparo per tutto questo? Come facciamo ad essere preparati come gruppo o comunità?”.
Tutti i processi decisionali sono influenzati dalle emozioni e tutte le emozioni sono correlate ai processi di pensiero.
Siamo convinti che il percorso umano nella sua evoluzione e preservazione come specie non possa prescindere dalla sostenibilità emozionale intesa come capacità di sorreggere, nutrire e prendersi cura consapevolmente dell’esperienza emozionale  nella relazione con se stessi  e  con gli altri.

Chi siamo

Anna Condorelli

Anna Condorelli

Laureata in Psicologia all'Università di Padova. "Le arti della rappresentazione sono lo strumento che da sempre l'umanità utilizza per capire e cambiare se stessa".

Agustina Aguiar

Agustina Aguiar

Laureata in Psicologia all'Università di Cordoba, Argentina. "La mia attenzione si focalizza sui processi che organizzano la consapevolezza di se e della relazione".

Simon Goldstein

Laureato in Sociologia all'Università di Santiago del Cile. Ricercatore della relazione tra linguaggio, comunicazione, stress e processi sociali.

Enrico Tezza

Enrico Tezza

Enzo Sorresi

Ricardo Goldstein

Ricardo Goldstein

Laureato in Psicologia Clinica allo IUSVE di Venezia, specializzato in psicologia dello sport e della performance. Accompagno i processi di crescita personale, il raggiungimento degli obiettivi e la gestione dei momenti di pressione.

mail
Contatti