ourcommonemotions

Contatti: +0393484421044

Prendersi cura

Definizioni e caratteristiche DI COMPETENZA EMOZIONALE

icona pagina in inglese


La definizione di competenza emozionale si colloca all’interno degli studi sulle strutture interpersonali dello sviluppo umano. Una tra le più diffuse definizioni è quella riferita alla competenza come dimostrazione della propria efficacia in una situazione sociale (C. Saarni, 1993). La definizione presuppone che:

  1. La competenza è relativa al contesto sociale di riferimento
  2. La competenza è un processo dinamico suscettibile di apprendimento per il miglioramento dell’efficacia.

Saarni specifica gli elementi che contribuiscono a una efficace competenza emozionale.
Il primo elemento è la consapevolezza del proprio stato emozionale, mentre il secondo è la capacità di partecipare empaticamente alle emozioni degli altri. Il terzo elemento deriva dalla mancata corrispondenza tra stato emozionale tacito ed espressione manifesta dell’emozione. Il terzo elemento quindi riguarda la capacità di usare il lessico emozionale tipico del proprio ambiente famigliare o sociale. Il quarto è una specificazione del primo e corrisponde alla consapevolezza non tanto delle proprie emozioni ma della loro forza nell’influenzare gli altri modificando così la relazione. Il quinto è legato alla capacità di comprendere il comportamento emozionale di un altro anche quando è inatteso, una sorta di anticipazione empatica, con la conseguente modifica del proprio atteggiamento.

Alla base di queste caratteristiche della competenza emozionale vi è la convinzione diffusa nella letteratura, anche italiana (V. D’Urso, R. Trentin, 1998) del reciproco influenzamento dello stato emozionale durante le interazioni.
Nei rapporti umani, le emozioni variano sia per il grado di spontaneità con cui vengono espresse, sia per il grado di reciprocità o simmetria con cui vengono “sentite”. Gli ultimi due elementi riguardano l’equilibrio emozionale e corrispondono alla capacità (sesto elemento)di fronteggiare gli effetti causati dalle emozioni negative nei confronti di se stessi, interrompendo l’escalation di una emozione negativa (rabbia) e sviluppando strategie che ne diminuiscano la durata e l’intensità. Infine, il settimo elemento e costitutivo dell’equilibrio emozionale, è rappresentato dalla capacità di accettare le proprie esperienze emozionali per quelle che sono, sia nelle loro forme eccezionali ed estreme, sia  nelle forme più semplici e banali.
Anche se la competenza emozionale si definisce durante il processo di socializzazione primaria (famiglia) e secondaria (scuola), vi è una ampia letteratura che, basandosi sul principio della dinamicità e neuroplasticità dell’apprendimento emozionale, mette in luce il forte bisogno dell’educazione alla competenza emozionale (G.M. White, 1993; C. Saarni, 1990).


Elementi della Competenza Emozionale

  1. Consapevolezza delle proprie Emozioni
  2. Capacità di partecipazione empatica
  3. Uso del lessico emozionale appropriato
  4. Consapevolezza della forza di influenzamento delle emozioni
  5. Capacità di anticipare le emozioni altrui
  6. Controllo degli effetti negativi delle emozioni su se stessi
  7. Accettazione delle proprie esperienze emozionali

La competenza emozionale è l’asse portante della Comunità che si prende cura di se stessa, sia per la promozione di relazione equilibrate, sia per il coinvolgimento e la partecipazione nella vita comunitaria.