Il cambiamento inizia da noi.

Nel Centro Ricerca Linguaggio e Comportamento, fondato nel 1980 da Anna Condorelli psicologa e Simon Goldstein sociologo, utilizziamo la consapevolezza del respiro come uno degli strumenti fondamentali per ritrovare la connessione con noi stessi in qualsiasi contesto in cui ci troviamo, scuola, lavoro, famiglia e non necessariamente in situazioni di difficoltà ma anche come strumento evolutivo, essendo il respirare un processo in cui si fondono integrandosi, mente, corpo e spirito.

Focalizzare la nostra attenzione sul respirare ci insegna e addestra a vivere il tempo presente, il qui ed ora, hic et nunc… e in un certo senso ci facilita la relazione con gli altri quando stabiliamo degli obiettivi comuni come nella cospirazione (respirare insieme) che vi stiamo proponendo e che ha come finalità il promuovere la consapevolezza individuale e comunitaria .
Sembra strano a dire ma il tempo del qui ed ora è l’unica dimensione temporale della quale possiamo avere “certezze sensoriali” condivisibili con gli altri, è l’unica dimensione in cui possiamo agire per trovare soluzioni e risolvere difficoltà.
Un’ importante chiave d’entrata nell’ambiente della sostenibilità emozionale la troviamo nel respiro onsapevole che diventa un 

 

intimo e personale strumento di ricerca nell’universo delle scienze contemplative. La conoscenza di sé e la consapevolezza del come “procediamo” non è un “optional”, è un imperativo di sopravvivenza individuale e comunitario perché la gestione dello stress determina la qualità della vita di ogni membro e della comunità stessa.

Seguendo le indicazioni dell’animazione vi renderete conto che la focalizzazione della nostra attenzione sulla fase dell’espirazione durante lo sforzo non vi distrae per niente dell’azione che state compiendo, al contrario le vostre risorse intuitive inconsce vi faranno procedere nell’azione con leggerezza e grazia risparmiandovi eventuali torsioni, slogature o goffaggine nel movimento. 

Abituarsi a focalizzare l’attenzione sull’espirazione durante lo sforzo è un modo per addestrare il nostro cervello e la sua mente a vivere nella dimensione presente dell’esperienza , un modo per renderci conto di come stiamo procedendo.
La pratica constante genera l’abitudine ad essere “Consapevole di se e della relazione”.