ourcommonemotions

Contatti: +0393484421044

L'apprendimento della consapevolezza
per lo sviluppo umano

La definizione di sostenibilità umana

Sostenibilità Umana

Potrà sorprendere che la definizione di sostenibilità umana venga da una agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di finanza.
Robert Goodland della World Bank (R. Goodland, 2002), infatti, precisa la differenza fra sostenibilità umana, sociale, economica e ambientale avviando il lento progresso verso la ridefinizione di sostenibilità definitivamente approvata dalle Nazioni Unite nel 2011 (UN, 2011).

La sostenibilità umana significa mantenere il capitale umano (human capital) che viene definito come il bene dell’individuo dettagliato in termini di salute, nutrizione, educazione, conoscenza e accesso ai servizi necessari al bene individuale lungo tutto l’arco della vita.

Anche la sostenibilità sociale viene definita come “mantenimento” del capitale sociale che è definito come l’insieme di investimenti e servizi necessari per la vita collettiva. Un società civile forte e una partecipazione alla vita sociale e politica, la coesione comunitaria e il collegamento tra i diversi gruppi sociali e il mutuo rispetto e reciprocità, sono considerati gli elementi fondativi del capitale sociale.

In queste definizioni emerge il termine “capitale” che mostra l’uso linguistico nato all’interno della cultura economica che ha orientato la nascita e l’evoluzione del concetto di sostenibilità all’interno della famiglia. La definizione si colloca all’interno del concetto di sviluppo umano introdotto nel 1990 come aggregazione dei tre profili considerati essenziali, come la salute, la conoscenza e l’accesso alla risorse naturali, con uno spostamento di accento dall’accesso alle risorse naturali all’accesso alla salute e alla conoscenza.