ourcommonemotions

Contatti: +0393484421044

L'apprendimento della consapevolezza
per lo sviluppo umano

La nuova interpretazione


John Elkington che aveva coniato, negli anni Ottanta, il termine Triple Bottom Line (TBL) (J.Elkington, 1987) per evidenziare il bisogno di considerare le tre P (People, Planet, Profit) nella modellistica economica. Nella contabilità industriale, il termine “bottom line” si riferisce al saldo tra profitti e perdite che, generalmente equivale all’ultima riga del foglio contabile. Lungo 50 anni, i sostenitori della giustizia sociale hanno cercato (invano) di introdurre il concetto di Full Cost Accounting (FCA) o True Cost Accouunting (TCA) per includere nella contabilità industriale i costi generati dalla produzione industriale sia sui lavoratori sia sull’ambiente. Nel caso di un’impresa che produce un alto profitto ma che genera rifiuti tossici e causa danni alla salute dei lavoratori per la tossicità dei processi produttivi, questi costi, sociali (riduzione anni di vita) e ambientali (inquinamento) dovrebbero essere inclusi nelle contabilità industriale. In breve, dovrebbero essere aggiunte altre due Bottom lines (una per i costi sociali e una per i costi ambientali). Coniando le tre P (People, Planet, Profit), Elkington riuscì a diffondere il concetto di sostenibilità, economica, sociale e ambientale, adottata poi nel Rapporto Brundtland. La prima P (People) riguarda la struttura sociale dell’impresa e il benessere da questa generato, non solo in termini salariali ma anche in termini di qualità del lavoro. Questo filone genererà poi il concetto di Corporate Social Rersponsibility. La seconda P (Planet) ha per oggetto le risorse naturali che entrano ed escono dal processo produttivo. Questa seconda P di planet chiama in causa l’impronta ecologica, la misura del consumo di risorse naturali, calcolato in quantità di superficie terrestre necessaria per rigenerare le risorse usate nel processo produttivo. L’idea genererà poi il Life Cycle Assessmente quello che viene chiamato cradle to grave analysis (dai materiali grezzi alle discariche attraverso il ciclo produttivo). La terza P (Profit) corrisponde alla misurazione tradizionale di profitto in termini monetari (differenza fra costi e guadagni, assunto che l’impresa sia finanziariamente in salute, senza perdite). Le tre P o il TBL acronimo è alla base del concetto di Sviluppo Sostenibile approvato dalla World Commission on Environment and Development, comunemente conosciuto come l’interdipendenza tra sostenibilità economica, sociale e ambientale. Nel 2011, l’United Nations University pubblica Sustainability Science, a multidisciplinary approach, dove modifica le tre aree delle sostenibilità, marginalmente dal punto di vista terminologico ma radicalmente dal punto di vista sostanziale. Innanzitutto, le tre aree vengono chiarite non in termini della loro funzione (economica, sociale o ambientale), bensì nella loro interazione sistemica. Il sistema globale comprende la geosfera, l’atmosfera, l’idrosfera e la biosfera. La terra sostiene la vita umana fornendo le risorse naturali, l’energia e gli ecosistemi. Al tempo stesso l’attività umana interviene cambiando i sottosistemi e il sistema globale. Il sistema sociale, a sua volta, comprende il sistema economico, il sistema industriale, quello politico, le strutture istituzionale e le altre strutture sociali. E’ a questo livello che si incontrano le interdipendenze tra attività umana e utilizzo delle risorse naturali provenienti dal sistema globale. L’aumento del tasso di natalità, a sua volta, elemento del sistema sociale, comporta un impatto sull’uso delle risorse. E via discorrendo. Al centro del sistema sociale vi è la famiglia la cui struttura incide sull’equilibrio dell’intero sistema sociale. Infine, vi è il sistema umano che comprende tutti gli elementi che interessano la sopravvivenza degli esseri umani. Il funzionamento salutare del sistema umano richiede l’adozione di stili di vita, di norme e valori che creano le condizioni per vivere in salute e in sicurezza. Le interdipendenze con il sistema sociale sono intuibili, perchè le ineguaglianze generano malattie e l’indebolimento delle condizioni per la sostenibilità umana. Ogni fattore del sistema sociale, religioso, demografico, culturale influisce sulla salute e sul sistema umano. Si pensi alla povertà e allo stress che si riferiscono a profili diversi ma comportano un impatto simile sulla salute. La scienza della sostenibilità studia le molteplici interdipendenze fra i tre sistemi: fra il sistema sociale e il sistema globale (inquinamento), fra il sistema globale e il sistema umano (disastri naturali) e le interdipendenze fra il sistema sociale e il sistema umano (rifiuti). Le interdipendenze generano una domanda di politiche pubbliche riferite a una società con una basa impronta ecologica, alla sicurezza ambientale e alla produzione e consumo sostenibili. L’importanza di questa pubblicazione riguarda l’impatto di queste interdipendenze sulla produzione della conoscenza che richiede team multidisciplinari in ogni attività umana per raggiungere sia la sostenibilità ambientale sia quella umana e sociale.